La sacralità della vagina secondo il Tantra

La tradizione tantrica è quella che, più di tutte, pone un’incredibile importanza all’energia sessuale. In effetti, che questa sia una forza davvero potente e travolgente non ci sono dubbi, basta notare quanto spazio occupa nalla vita delle persone, quanto ne influenzi l’esistenza terrena.

Il Tantra insegna ad utilizzare tutte le energie a nostra disposizione per l’evoluzione spirituale, allora il corpo diventa qualcosa di sacro da utilizzare al massimo per caricare quell’intensità necessaria perchè avvenga qualcosa anche nei piani sottili, nel piano mentale ma soprattutto nei livelli animici.

In questa prospettiva, il corpo diventa un vero e proprio tempio e la zona genitale niente meno che un sacro altare. Con questa premessa puoi capire l’etimologia della parola Yoni, il nome tantrico della vagina, che significa appunto “tempio sacro”. Ho sempre trovato questa cosa incredibile, soprattutto nella nostra società dove il corpo della donna non viene certo rispettato e venerato ma al contrario, spesso caricato di millenni di tabù socio-culturale, e nei tempi moderni quasi “commercializzato” . 

Il solo fatto di considerare la vagina come una zona sacra del mio corpo è stata davvero una rivelazione e adesso che sono portatrice di questa millenaria via esoterica insegnando a centinaia di donne, noto che ritrovare tale sacralità è già di per sè una grande guarigione. 

Soprattutto per quelle donne che hanno vissuto l’esperienza dell’abuso sessuale ed arrivano ai miei seminari devastate nella propria dignità e con quel senso di disgusto per tutto ciò che riguarda la loro vagina che è stata violata. Per queste donne, scoprire che esistono uomini pronti ad inchinarsi di fronte alla loro Yoni come di fronte ad un altare, è davvero una grande guarigione. Da questo piano più “umano” però, possiamo prendere l’ascensore e salire a quella visione metafisica ed esoterica che risiede dietro al concetto della Yoni. 

Nel Tantra, la Yoni diventa il simbolo del femminile nella sua essenza, è lo spazio in cui dimora l’energia Shakti. Tutto il tantrismo ruota esattamente intorno a questo, alll’attrazione tra Shiva, l’archetipo dell’energia maschile, che rappresenta la “coscienza”, immobile, eterna ed immutabile, e la Shakti, l’archetipo dell’energia femminile che rappresenta tutto l’universo manifesto in cui viviamo e di cui siamo parte, che è per sua natura cangiante, sempre in movimento. 

L’archetipo della Yoni, quindi, come una grande vagina cosmica da cui è nato l’intero universo! Immagina di poter trasfigurare il tuo corpo, o il corpo della tua compagna, vedere fra le gambe non solo una vagina di carne ma un vero e proprio portale verso un’infinita fonte di energia universale. Potrebbe essere davvero diverso fare l’amore con questa prospettiva, non credi?

In effetti, se ci pensi, è proprio attraverso la Yoni che la donna può aprirsi a quell’esperienza di dissoluzione totale che è l’orgasmo. Attenzione, perchè con questo stiamo aprendo la porta alla vera essenza del Tantra!

L’orgasmo è un fenomeno davvero unico per gli esseri umani, attraverso la stimolazione del corpo ed il piacere si crea quell’intensità che arriva a spaccare gli argini, qualcosa di molto speciale accade, come se per un attimo i limiti del proprio essere si espandessero all’infinito, cessa quella coscienza di sè. Giusto?

Un attimo in cui ci si dimentica di tutto, anche di se stessi! Finalmente l’ego molla la sua presa. 

Questa esperienza è considerata importante nel Tantra, non solo per il piacere ma come momento di espansione al di là dei limiti del proprio essere, totale dissoluzione in qualcosa di più grande, di universale. Insomma, una vera e propria esperienza cosmica! Esattamente quello a cui si aspira con la pratica spirituale, con la meditazione, l’ha-tha yoga, la preghiera.

Per i tantrici fare l’amore è come pregare, è una vera e propria pratica di energia come quella sul materassino di yoga, per indurre stati elevati della coscienza e fare esperienza della propria natura che è infinita ed eterna. Come Dio.  La Yoni è esattamente questo, un portale verso l’Infinito, che attraverso l’orgasmo può aprirti all’esperienza della dissoluzione totale a alla rivelazione del tuo vero Sè.

Come coltivare la sacralità con la Yoni

Nella tradizione tantrica troviamo tutta una ritualistica per “trasfigurare” la vagina come qualcosa di cosmico. L’atto stesso di trasfigurare, ponendo l’intenzione quindi, apre quel portale verso dimensioni universali ed eleva l’energia al chakra della gola (vishuddha). 

La pratica tantrica è impregnata di trasfigurazione. Il rituale dedicato alla Yoni si chiama Yoni Puja, ed è un atto di offerta, di fiori, miele, latte, burro chiarificato, incensi, mantra e canti che vengono, appunto, offerti alla Yoni.

Questo può essere eseguito in modo ritualistico verso un oggetto simbolico che rappresenti la Yoni, sia esso una statua, un disegno o un mandala a forma di Yoni fatta coi i petali di fiori, ecc. Ancora più potente, invece, se l’adorazione viene fatta direttamente sul corpo della donna, che in quel momento, nuda o vestita, diventa l’altare a cui donare le offerte.

Ma quello che voglio suggerirti come primo passo, da sola o con il compagno, è ua pratica più semplice che puoi fare prendendoti anche solo pochi minuti per connetterti con la tua Yoni (o con la Yoni della tua partner).

Rituale della Yoni

Prenditi un po di tempo per te, prepara l’atmosfera adatta ad un piccolo rituale, accendi una caldela o un incenso, metti una musica soffusa.

  • Se sei sola puoi sedere a gambe aperte di fronte ad uno specchio, possibilmente nuda e rimani in contemplazione di quello che vedi nello specchio.
  • Se sei in coppia, siedi a gambe aperte di fronte al tuo partner che sarà assorto dalla meravigliosa visione di fronte ai suoi occhi.

Raccogliti un attimo dentro di te, siedi nel tuo cuore, centrati, il rituale ha inizio: 

  1. Osserva la Yoni come se i tuoi occhi fossero la proiezione del tuo cuore. Lasciati assorbire da tale visione. Inchinati una prima volta di fronte a lei per mostrarle il tuo rispetto, infondo anche tu sei nato/a da lì. Stai onorando la donna che hai di fronte (te stessa nello specchio o la visione della tua partner) ed anche questa parte del suo corpo così potente e, in un qualche modo, mistica.
  2. Nella seconda parte del rituale, invece, espandi la tua visione al di là della donna che hai davanti. Stai onorando tutte le donne del mondo, e ancora più in là, tutto il femminile che esiste, prova a vedere l’incarnazione del femminile cosmico, l’espressione della Madre Divina. La Yoni come simbolo di qualcosa di più vasto, una Yoni Universale che partorisce l’Universo. Coltiva l’attitudine della trasfigurazione fino a quando ne hai voglia, lasciati invadere da un senso di profondità e di sacralità.
  3. Come ultima parte del rituale, puoi immaginare di offrire alla Yoni un dono (oppure preparare un fiore, un incenso, una candela da offrire veramente). Puoi anche offrirle, semplicemente, il tuo cuore, con un gesto della mano dal petto alla yoni, oppure con il pensiero. Ricordati che l’intenzione è tutto nei rituali, carica ogni momento di una speciale energia.
  4. Concludi il rituale unendo le mani a preghiera davanti al cuore, inchinandoti dolcemente in segno di gratitudine verso l’Universo.

Alla fine del rituale potresti sentire un eco molto forte nel tuo essere, a livello energetico e mentale, un senso di profondità, assaporare i misteri dell’Universo. Puoi decidere di meditare se sei abituata a farlo, oppure puoi sentire la voglia di fare l’amore, da sola o con il partner…e ti assicuro che, dopo il rituale, potrebbe essere molto molto speciale….

 

2 Comments

  • Bortolo Rossi
    Posted 31/12/2021 12:02 am 0Likes

    Grazie un piacere quando organizzare un evento in presenza?

    • Marco
      Posted 03/01/2022 9:45 pm 0Likes

      Ciao, per ora siamo in Messico e aspettiamo che la situazione covid migliori in italia per organizzare eventi in presenza.

Lascia un commento

AUM Tantra Yoga
Accademia Tantrica

RYS-200  yacep

Seguici!

AUM Tantra Yoga © 2021 Tutti i diritti riservati

×

Aum Tantra Yoga is answering your questions on WhatsApp

× Chat